Se le F.A.Q. rispecchiano delle mie opinioni, questa risposta lo è ancora di più.
Normalmente i telescopi per iniziare sono due: o un piccolo rifrattore acromatico tra i 6 e gli 8 cm di diametro o il riflettore newtoniano da 11 cm (comunemente chiamato 114, cioè 11,4 cm).
Personalmente ritengo che la qualità ottica dei rifrattorini economici non sia delle migliori, dato che una lente necessita di una lavorazione non certo "economica" e che pertanto per avere un rifrattore di buona qualità bisogna, per forza di cose, spendere qualche Euro. Anche la possibilità di collimare l' obiettivo è una cosa importante e nei rifrattori commerciali questa possibilità non è presente, tranne che, da poco tempo, su di un solo modello. Non v' è dubbio che si potrebbe entrare in possesso di un esemplare nato bene, ma io preferisco la tranquillità di un 114, dove la qualità degli specchi, nella lavorazione commerciale, è oramai abbastanza buona ed è sempre possibile la collimazione. E' anche vero che spesso si ha un certo timore a toccare la centratura degli specchi, ma è importante imparare a farlo per avere il proprio newtoniano sempre al massimo delle sue possibilità ottiche. Può capitare addirittura che il 114 sia già scollimato fin dall' acquisto ed allora per forza di cose bisogna metterci mano. Non dimentichiamoci infine che anche un semplice viaggio in automobile con il telescopio può modificare la centratura dello specchio.