CERCHI DIGITALI CELESTRON
(pagina realizzata nel 1999)
 
 
La prima cosa che ho pensato avendo in mano i cerchi digitali è che, una volta montati, avrei perso le frizioni della Losmandy sugli assi. In realtà non è così (Moschini docet!). Montandoli in una maniera un po' diversa da come segnato sulle istruzioni le frizioni continuano a funzionare. C' è da notare che sulle istruzioni originali per il montaggio dell' encoder sono riportati dei pezzi in più della frizione di quanti ce ne siano in realtà.
Ecco come montare correttamente la ruota che trasmette il movimento: Foto. L' ordine vale per entrambi gli assi; qui invece si possono vedere i vari pezzi per meglio identificarli (esclusa la ruota dentata): Foto.
Avvitando e svitando la manopola la frizione funzionerà ugualmente, perchè... non lo so! Non l' ho ancora capito... chiedetelo al guru della meccanica Fabio Moschini
Un' altra precauzione da prendere è quella di proteggere gli encoder una volta montati. Innanzitutto bisogna scavare ben bene il polistirolo della scatola che contiene la montatura (se ancora usate la sua scatola originale). A me, per non aver fatto bene questo lavoro mi si sono piegati dei dentini della presa dell' encoder e poi se ne è rotto uno. Il tutto è stato messo a posto, ma non è stato divertente. Proprio per questo mi son state (indovinate da chi) realizzate delle protezioni.
Per completare l' opera, visto che gli spinotti dei cavi che si collegano all' encoder non sono dei comunissimi plug (come quello che sta dall' altro capo del cavo di collegamento) ma una presa tipo a pettine (non conosco il suo esatto nome), ho provveduto a tagliarne un moncherino che rimane montato stabile sull' encoder e si collega poi al cavo con delle prese plug telefoniche. Il perchè anche l' encoder non abbia una presa plug, così comoda, anzichè quella a pettine rimane per me un mistero.