CELESTRON FIRSTSCOPE 114
(pagina realizzata nel 2000)
 
 
Anche la Celestron ha il suo 114 economico: il Firstscope. Devo dire subito che di questo telescopio ci ha sorpreso la montatura. E' simile, a quella del Konus, però molto più stabile: i tempi di smorzamento di piccoli colpi dati al tubo erano di poco più di un secondo. Molto bene!
Non molto bene l' ottica invece. Le immagini intra ed extra focale erano diverse: mentre la prima era brillante, ben definita e con le centriche abbastanza rotondeggianti, la seconda appariva "annebbiata", non altrettanto definita e con le centriche deformate. Inoltre sembrava presente dell' aberrazione sferica (link al sito di Albino Carbognani). Mi ha un po' sopreso questa enorme differenza tra le due immagini, sicché ho chiesto al proprietario, Marco Retucci di Bolzano, di rifare lo star test appena possibile. Staremo a vedere.
Marco ha saggiamente cambiato il cercatore originale con un 6x30. Non ho provato il 5x24 montato di serie, ma mi lascia un po' perplesso. Ha inoltre applicato un fuocheggiatore elettrico della Konus. Anche se la velocità non è molto lenta (rende un po' difficoltosa la ricerca della messa a fuoco) e spesso è capitato che continuasse a fuocheggiare anche dopo che si erano rilasciati i pulsanti della pulsantiera, bisogna riconoscere che questo accessorio riduce ulteriormente le eventuali vibrazioni. Certo, c' è da metterci mano per ridurgli la velocità.
Comoda la regolazione dello specchio principale: prima si allentano le tre viti a stella, poi si orienta il primario con le viti a manopola zigrinate, ed infine si riavvitano le viti per bloccare il tutto. Il secondario è sostenuto da una sola barra con le solite viti di regolazione.
Veniamo agli accessori.
Accanto ad un buon 25 mm Kellner modificato (31.8), troviamo uno scarso H da 20, un inutilizzabile Sr da 4 mm ed una Barlow (questi tre da 24) alla quale ho riservato un apposito capitolo: dategli una letta!. Marco ha giustamente acquistato degli oculari migliori, cercando così di evitare l' uso del 20 e del 4 mm. Il giudizio qui non può che essere negativo: soprattutto mi domando perchè certi telescopi debbano essere corredati di oculari simili? Meglio due soli oculari, ma almeno Plossl, vero Auriga? (Si lo so che arriva così dall' America, ma nulla vieta all' importatore di modificare la dotazione, solo che questo costa....).
Personalmente ritengo che il rapporto qualità/prezzo non è assolutamente concorrenziale con il T1 della Ianus che, per me, rimane ancora il migliore 114 sul mercato.
Ancora qualche foto del telescopio:
 
 
 
P.S.
Marco ha effettuato diverse migliorie che metterò nel sito al più presto e che rende il telescopio utilizzabile nel migliore dei modi. E' diventato il 114 più accessoriato che abbia mai visto...!